I colouring books: rilassarsi colorando

colouring books 600 evidenza

Tempo fa girava questa frase: “Se non puoi uscire dal tunnel arredalo“. Ecco, la nuova declinazione potrebbe essere “Se non puoi uscire dal tunnel coloralo!

[pullquote width=”300″ float=”left”]Pare che in questo mese di agosto stiamo tutte alle prese coi cosiddetti “Colouring books“![/pullquote]

Pochi giorni fa ho pubblicato sul mio Facebook una foto mentre coloravo un mandala ed è stato un tripudio di commenti, di “Dove lo posso trovare?” “Lo sto facendo anch’io!” Insomma chi non sta già colorando non vede l’ora di farlo.

colouring books pennarelli stabilo

I dieci minuti per me di ogni giorno. L’ennesima dipendenza.

Posted by Silvia Lanfranchi on Mercoledì 19 agosto 2015

Già, ma perché colorare? Non siamo mica più delle bambine dell’asilo! L’ultima volta che ho colorato in realtà io mi stavo laureando: nel lontano 2001 le tavole della mia tesi in Architettura del Paesaggio furono tutte colorate a mano con le matite colorate. Faticoso, certo, ma rilassante, quasi zen. E con lo stesso spirito mi sono riavvicinata quest’anno al colorare: per rilassarmi, per staccare la mente, per prendere un’abitudine che mi aiutasse a ri-centrarmi in una sorta di meditazione.

Il primo album da colorare l’ho comprato da Target, in aprile. È rimasto intonso fino a luglio: la classica scusa del “Mi ci metto domani, oggi non ho tempo” non mi ci ha fatto avvicinare. Si, lo so: il tempo è una scusa.

album colorare adulti target mandala

Poi però è arrivato un numero di Casa Facile in cui veniva citata Johanna Basford, sua signora del “Coloring e mi sono dovuta fiondare in libreria a comprare un “libro da colorare”, anche se era domenica pomeriggio, perché quando ti prende una nuova mania non puoi aspettare due giorni fra ordine online e consegna: devi iniziare subito.

casa facile colouring books

Il coloring book con cui ho iniziato seriamente è “I colori della natura“: non tutti i disegni del libro mi ispirano, alcuni hanno dettagli troppo piccoli o troppo grandi. Ma quando c’è un doodle che mi ispira mi fermo e inizio a colorarlo.

mandala doodle colorare adulti stabilo punta 88

I mandala circolari “tradizionali” non mi piacciono molto, li trovo un po’ noiosi: lo so, è un’eresia visto che è proprio la circolarità di quei disegni quello che dovrebbe aiutare in questa meditazione/rilassamento… ma tant’è! Io preferisco disegni con elementi reali, come quelli dei libri che mi sono arrivati ieri da Amazon: “Paris secret – Carnet de coloriage” e “Inspiration vintage : 50 coloriages anti-stress. Un altro titolo che vi consiglio è “Japon: mini coloriage anti-stress” che ho regalato a mia mamma: ha un formato quadrato più piccolo ma la qualità della carta e dei disegni è superlativa.

album colorare parigi ivintage amazon

Che cosa uso per colorare? A volte le matite colorate, a volte i pennarelli a punta fine: dipende se le campiture sono più o meno estese. L’importante è che la grammatura dei fogli sia sufficientemente elevata da “non far passare” il colore del pennarello dall’altra parte del foglio.

Ora però sto aspettando che arrivino dei pennarelli che hanno la punta a pennello e fanno l’effetto acquerello. Li ho ordinati dopo aver letto un post di Alissa Burke, una che di colori se ne intende. Sul suo blog potete trovare anche dei mandala da scaricare gratuitamente: io personalmente non amo stamparli in casa perché non ho mai carta della giusta grammatura e soprattutto perché l’inchiostro della mia stampante di casa sbava solo se vede da lontano un pennarello. Non fa per me.

mandala adulti colorare matite colorate soft color

Quanto tempo ci “perdo”? 10-15 minuti al giorno. È un tempo che riesco a trovare senza troppe difficoltà nella giornata e metto il timer non per paura di sforare, anzi, ma per constringermi a fare solo quello per il tempo stabilito. Senza farmi distrarre da notifiche o altro,

Ah, due trucchetti. Uno per chi ha le mani che sudano e uno per risparmiare.

  1. Se avete le mani che sudano seguite il consiglio della mia amica Silvia aka Mathilda Stillday: appoggiate la mano su un cartoncino pesante di quelli da acquerello così sarà lui ad assorbire il sudore delle mani. E soprattutto respirate: spesso sudiamo per la tensione di voler fare tutto perfetto.
  2. Per risparmiare qualche Euro (e magari avere budget per comprare un altro album da colorare) ordinate su Amazon i libri di Johanna Basford in versione francese: costano 10€ anziché 14€!

3 thoughts on “I colouring books: rilassarsi colorando

  1. Enrico

    Quando a me toccava colorare o chinare le tavole le mie compage d’esame mi fasciavano le mani con la cartaigienicha…

    Rispondi

    1. Silvia Lanfranchi

      Che brutta immagine! 😀 Io mettevo o un panno o dei fogli ma l’effetto acquerellato del lucido era sempre in agguato!

      Rispondi

  2. laura

    sono molto d’accordo colorare fa benissimo…
    io l’ho faccio da un anno e mi sono accorta che mi ha fatto molto bene sia a livello fisico che mentale…
    ho iniziato a colorare anche con i pastelli i disegni sono più belli che colorati con i pennarelli…
    una mia amica mi ha detto che aiutano contro lo stress ed è vero… colorando si dimentica tutto… si entra in un mondo magico… bastano anche pochi minuti al giorno per staccare dalla routine quotidiana… provate anche voi… non lo abbandonerete più!!!!!
    Buona estate!!!!!

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *